MisterMovie.it Forum | La Community di Mister Movie Forum Televisione & Media Fabio Fazio: «È vero, guadagno tanto»

0 visualizzazioni
3 risposte, 1 voice Ultima modifica di  fenrir 1 anno, 1 mese fa
Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #38621

    fenrir
    Partecipante
    @fenrir

    Ma quanto guadagna Fabio Fazio? Negli ultimi mesi si è parlato delle cifre più disparate: ora il conduttore di Che tempo che fa, fresco di rinnovo di contratto con la Rai (e di uno stipendio milionario) ha fatto un po’ di chiarezza.
    «È stata un’estate tra alti e bassi. Il mio borsino saliva e scendeva: prima 11 milioni, poi 19, 52, 70, fino a un picco di 83; poi perdevo 50 milioni secchi e diventavano 20. Il record l’ha stabilito di recente un quotidiano importante: 870 milioni. Una finanziaria», racconta al Corriere della Sera.

    La cifra vera, prosegue, è «due milioni e 240 mila euro l’anno, per quattro anni. Il totale fa 8 milioni 960.000; ma, non si sa perché, tutti i giornali hanno scritto 11 milioni e 200».

    Una cifra comunque considerevole, anche se Fazio fa notare: «Il programma costa tutto compreso 450 mila euro a puntata. La metà di qualunque varietà, molto meno di qualsiasi fiction. Questa operazione rappresenta un tentativo di portare un talk in prima serata, dove solitamente stanno i varietà e ha un risvolto pratico: anche con uno o due punti in meno di share, il risparmio è notevole».

    Quanto agli attacchi e alle polemiche che lo hanno visto oggetto, risponde: «Se lavori di più, non è dato che tu chieda di essere pagato di meno. Una società fondata sul denaro arriva al paradosso che, a seconda dei punti di vista, il denaro misura non il valore o il merito, ma il privilegio. Questa è la lezione che ho capito. Se anziché due milioni fossero uno o tre, non sarebbe diverso».

    «Chiunque lavori in Rai – conclude – guadagna enormemente di meno che altrove. Il vero punto è il ruolo della tv pubblica. Che oggi vende pubblicità come le altre. Se si decide che la Rai non deve più stare sul mercato, si può fare. Si riduce a una sola rete, si finanzia solo con il canone, sfoltisce metà dei dipendenti. Vogliamo questo? Una squadra di serie A può pagare i suoi calciatori un decimo delle rivali?».

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.